Google Now, la rivoluzione del turismo online è solo all’inizio

30 ottobre 2012

Post image for Google Now, la rivoluzione del turismo online è solo all’inizio

La nuova applicazione per Android 4.1 promette di semplificare la nostra vita e il nostro modo di viaggiare e scoprire il mondo che ci circonda.
Google Now è il software più avanzato per dispositivi mobile per la raccolta e l’organizzazione d’informazioni. Con questa novità, Google aggiunge un altro tassello alla sua campagna di conquista del mercato turistico online.


OTA e portali vari, da oggi avrete di che preoccuparvi. Sì, perché d’ora in poi non dovrete più guardarvi le spalle soltanto dai vostri rivali più vicini. La minaccia portata dai competitor indiretti è assai pericolosa. Chi sono i competitor indiretti? Le grandi multinazionali specializzate in altri settori. Qualche nome? Apple, che come tutti sappiamo non vende pacchetti turistici, e Google, che tutti sappiamo non essere un’agenzia di viaggi.

La prima invasione di campo, chiamiamola così, fu di Apple con Siri, il software di riconoscimento vocale installato nei prodotti di terza generazione della casa di Cupertino. Certo, Apple per ora ha solo un proiettile a disposizione per far breccia nel turismo online (Siri). Ma Google? Diciamo che Big G di palle in canna ne ha parecchie. Le prime sono arrivate grazie all’acquisizione di ITA Software, avvenuta nel 2011. Fra le ultime “prede” in ordine di tempo, non dimentichiamoci l’acquisto di Frommers. E così, goccia dopo goccia, Google sta pian piano colonizzando l’industria del turismo online. Lo fa con il suo stile: raccoglie tante tessere del puzzle, fino a presidiare ogni segmento del mondo travel online.

Nel luglio di quest’anno Google ha aggiunto un’altra tessera al suo mosaico (forse un capolavoro). Si chiama Google Now. Google Now è un assistente personale super-intelligente disponibile per Google Android. Parliamo quindi di dispositivi mobile. Per certi versi, Google Now non è poi tanto dissimile da Siri, ma dal software di Apple si distingue per possibilità d’uso e funzionalità supportate.

Facciamo un esempio. Apple ha lanciato la Passbook App per i suoi sistemi operativi di ultima generazione (iOS 6). Questa applicazione fa incetta di biglietti (biglietti per gli aerei, biglietti per il cinema) e avvisa l’utente della loro disponibilità secondo la propria localizzazione. Google Now ha fatto sua questa filosofia ma l’ha spinta oltre. Il software di Mountain View usa un’interfaccia utente basata sul linguaggio naturale per rispondere alle richieste dell’utente, per inviare suggerimenti e semplificare la nostra vita secondo un set di servizi disponibili via Web. Google Now è disponibile con Android 4.1 (Jelly Bean) di Galaxy Nexus, il prodotto mobile di punta di Big G.

Il pregio di questo software? Google Now è tutto in real time. Questo vuol dire che il programma tiene conto di tutto il nostro storico, delle nostre azioni, del contesto d’uso e dei nostri dati attuali in input. Tutti questi dati vengono elaborati per offrirci informazioni rilevanti e personalizzate sotto forma di schede (cards). La maggior parte delle volte, non saremo costretti a sfogliare fra queste “schede” per trovare le informazioni che ci interessano: sarà il programma, secondo la località in cui ci troviamo e il contesto d’uso, a presentarci le informazioni utili in quel momento.

Qualche esempio ci aiuterà a capire meglio come funziona Google Now. Mettiamo di aver prenotato una cena in un ristorante del centro. Google Now ci ricorderà l’appuntamento e ci suggerirà il modo migliore per raggiungere il locale dal punto in cui ci troviamo. Ma Google Now fa anche di più. Per suggerire il miglior itinerario possibile per raggiungere il nostro ristorante, l’app valuta la situazione del traffico in tempo reale, ci suggerisce quale mezzo di trasporto utilizzare e calcola in automatico il tempo necessario per coprire il percorso che ci separa dall’agognata cena.

Card 1: appuntamento, meteo, traffico, voli, hotel, ristoranti

Google Now - Card 1: appuntamento, meteo, traffico, voli, hotel, ristoranti

Card 2: eventi, offerte, sport, film, concerti, azioni di Borsa

Google Now - Card 2: eventi, offerte, sport, film, concerti, azioni di Borsa

Card 3: avvisi, ultime notizie, luoghi visitati, attrazioni nei dintorni, foto scattate nelle vicinanze

Google Now - Card 3: avvisi, ultime notizie, luoghi visitati, attrazioni nei dintorni, foto scattate nelle vicinanze

Card 4: traduzioni, valuta, orario di casa

Proprio ieri (29 ottobre), Google ha annunciato un aggiornamento importante per Google Now. In particolare, ora l’applicazione mostra una serie di card per 21 scenari diversi.

1. Appuntamenti
2. Meteo
3. Traffico
4. Voli – Mostra i tuoi voli programmati, eventuali variazioni e le informazioni a proposito del traffico stradale per raggiungere l’aeroporto
5. Hotel – Mostra le indicazioni stradali per raggiungere il tuo hotel quando sei arrivato in città
6. Ristorante – Ci ricorda del nostro appuntamento al ristorante con il giusto anticipo, secondo il tempo calcolato in base al traffico misurato in tempo reale e secondo la distanza da percorrere
7. Eventi – Ci invia un promemoria per ogni evento di cui abbiamo acquistato un biglietto, insieme a tutte le informazioni a proposito dell’evento stesso
8. Acquisti – Mostra lo stato dei tuoi ultimi acquisti e ne tiene traccia
9. Sport
10. Film
11. Concerti
12. Azioni di Borsa
13. Avvisi pubblici
14. Ultime notizie e approfondimenti
15. Trasporti pubblici – Mostra i prossimi treni, metro e bus (tempo stimato di arrivo) quando siamo a una fermata o a una stazione ferroviaria
16. Luoghi – Secondo la nostra posizione attuale, ci suggerisce i luoghi d’interesse nelle vicinanze, i bar e i ristoranti
17. Attrazioni nelle vicinanze – Le attrazioni da visitare nelle vicinanze (suggerite tramite Zagat)
18. Album di fotografie nelle vicinanze – I luoghi fotografati intorno a noi
19. Traduzioni
20. Valuta
21. Orario di casa

Fra questi 21 scenari, ne abbiamo evidenziati 9 (in corsivo). Questi 9 scenari hanno un notevole impatto sul turismo online. E questo sembra essere solo l’inizio. Crediamo che in futuro si potrà andare ancora più a fondo, per offrire a ogni utente un’esperienza ancora più utile e ricca d’informazioni. Un sistema di gestione delle informazioni come Google Now potrebbe minacciare seriamente la stessa esistenza delle compagnie di viaggio. Google ha da poco acquisito Frommers: crediamo che nei prossimi mesi le menti di Big G lavoreranno sodo per integrare la guida di viaggi più conosciuta oltreoceano con Google Now.

I prodotti di Google sono un po’ come il vino buono: più passa il tempo e più migliorano. Google ha conquistato potere (e continua a conquistarlo). I suoi prodotti diventano più potenti man mano che possono gestire e rielaborare moli sempre crescenti di dati. Trattata in modo intelligente, questa massa di dati diventa una vera miniera d’oro, sia per noi utenti finali, che vediamo la nostra vita semplificarsi giorno dopo giorno, sia per l’azienda, che conquista fette di mercato sempre più ampie, anche nel mondo del turismo online.

Appunto finale. Non dimentichiamoci del progetto Google Glass. Il prodotto è ancora in fase di prototipo, ma crediamo fortemente che Google ne farà un buon uso. E così fra qualche anno ci ritroveremo tutti a prenotare viaggi, ristoranti, spettacoli e quant’altro con un paio d’occhiali e niente più. Potere della tecnologia.

Traduzione liberamente tratta da Travopia

Articolo precedente:

Articolo successivo: